Image Alt

FollowYourPassion

Marco Ravasio, direct sales compex Italia

Importante una doppia strategia, online e nei negozi

Compex è tra i leader mondiali nella stimolazione muscolare, con oltre trent’anni di esperienza nei settori della rieducazione, del trattamento del dolore e dell’allenamento sportivo. Abbiamo domandato al gruppo una loro visione sul futuro dello sport e della filiera legata al mondo sportivo. A risponderci Marco Ravasio, Direct Sales and Trade Marketing di Compex Italia.

 

Come si pone Compex di fronte alla sfida del periodo che verrà?

“Compex è un marchio che fa parte di una multinazionale, il gruppo DJO Global, leader nel mercato ortopedico. Abbiamo quindi la possibilità di osservare come si muovono i diversi brand che usano le nostre tecnologie e i tanti sportivi che ne sfruttano i vantaggi. Al momento stiamo portando avanti una doppia strategia: comunicazione del brand, mantenendo viva l’attenzione tramite i nostri canali social e la vendita online. Poniamo massima attenzione anche nel supportare i negozi tenendoci pronti per ripartire appena possibile. I negozi per noi sono importantissimi, per le dimostrazioni e la prova dei prodotti e per neutralizzare un po’ la diffidenza comune nei confronti degli elettrostimolatori”.

 

Come pensate cambierà il modo di vivere lo sport?

“Forse è ancora presto per pensare a cosa succederà. Possiamo però immaginare che ci saranno percorsi diversi per chi fa attività individuale e per chi fa sport in cui è previsto un minimo di aggregazione, come le palestre o le piscine.  Nel primo caso gli atleti abituati a fare sport non vedranno l’ora di uscire e sfogarsi e torneranno a farlo. Nel secondo caso invece, l’interazione si manterrà ancora per un po’ nel virtuale, come già abbiamo visto succedere in queste settimane.

 

Smart working come nuova opportunità anche per praticare sport?

“La sola buona notizia di questa situazione si potrebbe dire che è stata la scoperta da parte degli italiani dello smart working. Ora viene ancora vissuta male perché obbligata, ma nel momento in cui si potrà uscire con più tempo da dedicare a noi stessi sarà diverso. Il concetto chiave è quello della flessibilità. Trovare un nuovo equilibrio tra ufficio e casa. In azienda abbiamo già questa impostazione. Lavoriamo in base agli obiettivi, non solo lavorativi o sportivi, ma di felicità e soddisfazione personale. Ognuno ha la libertà di gestire il proprio tempo e il proprio lavoro e riusciamo lo stesso a dare il massimo. In futuro lo smart working diventerà una possibilità di miglioramento nella qualità della nostra vita che riguarda certamente la possibilità di fare sport, ma anche il tempo da dedicare alla famiglia o alle cose che ci piacciono.

 

Quali articoli sportivi potrebbero vivere un nuovo boom?

“Come elettrostimolazione stiamo crescendo tanto in questo momento. Con i nostri prodotti riusciamo a caricare il muscolo con un lavoro mirato ed efficace, non riproducibile con altre attrezzature. Gli allenamenti a casa probabilmente continueranno tutto l‘anno, bisogna capire però gli spazi a disposizione delle persone perché non penso che tutti abbiano la possibilità di tenere in casa tapis roulant o rulli. In questo caso penso che attrezzi più piccoli per un esercizio specifico e mirato saranno quelli che avranno una crescita maggiore.

 

Le nuove misure di controllo del personale e della filiera faranno lievitare i costi dei vostri prodotti?

“Nel nostro caso siamo avvantaggiati perché la nostra filiera è già molto controllata. Abbiamo alcuni prodotti fatti in Marocco e in Oriente, mentre i principali stabilimenti sono negli Stati Uniti e in Messico. Avendo però prodotti a uso medico, la filiera e l’iter di controllo non cambieranno; anche per i nostri magazzini gli standard sono altissimi. Non penso che i nostri prezzi cambieranno. Al momento anche le spedizioni si mantengono puntuali, grazie a uno stock che ci ha permesso di non patire contraccolpi a livello logistico”.

 

Vi aspettate una crescita boom della vendita online?

“Una crescita significativa è già in corso e crediamo continuerà anche per i prossimi mesi. Vorrei però ricordare che i negozi restano fondamentali. Non c’è una strategia di marketing senza un negozio fisico, sono fondamentali e vanno integrati”.

x

tell me more

Enter your details below and learn about all the perks you get by using Xtrail Explorer.

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Or call us for more info:

x